I.I.S.S. Alessandro Volta - Palermo
0 voti
quesito posto 6 Giugno 2017 in Tecnologie e Tecniche di installazione e manutenzione da G.SpurioRasizzi Corsista (56 punti)
  

1 Risposta

0 voti
Il termine costo può essere definito come "spesa necessaria per acquistare un bene o fruire di un qualunque servizio".
I costi, per un'impresa, possono essere classificati in due principali categorie:
 1) fissi: invariati al variare della produzione;
 2) variabili: mutevoli in funzione della produzione.
I costi fissi si riferiscono all'acquisto di macchinari, alla loro manutenzione, alle spese immobiliari, amministrative, assicurative ecc..
I costi variabili si riferiscono al reperimento delle materie prime, alle spese energetiche per la loro lavorazione, alle giacenze di magazzino, ai salari dei dipendenti, alle spese pubblicitarie, alle spese di riciclaggio dei rifiuti, alle spese legate all'adozione di misure di sicurezza.
risposta inviata 9 Giugno 2017 da G.SpurioRasizzi Corsista (56 punti)
684 domande
1,334 risposte
631 commenti
1,482 utenti